Opuscoli

“LA MICHEL”

(Teresa Grillo ved. Michel)

Edito nel 1982 per iniziativa del Movimento di spiritualità vedovile “Opera Madonnina del Grappa” a Setri Levante (Gevova), l’opuscoletto presenta in modo sintetico la figura e l’opera di Teresa Michel, così articolate:

  • L’ambiente aristocratico
  • Un matrimonio felice
  • Vedova di… o vedova per…?
  • La questua
  • In Brasile
  • Ritorno in Italia
  • “Non basta fare il bene, bisogna farlo bene!”
  Edizione ISBS – Castelnuovo Don Bosco – Asti – 1983.

Il poema è scritto in lingua portoghese dalla brasiliana suor Maria dos Anjos, PSDP, per ricordare il 40° anniversario di nascita di Madre Teresa Michel. L’opuscolo riporta una comprensibile traduzione in italiano.

Dalla Presentazione:

“… Cercando di svelare i misteri di Dio in questa grande donna, figlia della Chiesa, sono molti coloro che hanno scritto e narrata la sua vita. Ora Suor Maria degli Angeli, che segue le strade aperte da Madre Michel, con i doni che il Signore ha arricchito la sua anima, lascia che i suoi versi, scritti durante gli anni della sua vita di Piccola Suora della Divina Provvidenza, siano conosciuti da molta gente, collaborando così perché la Divina Provvidenza sia glorificata in questa sua figlia e serva. Versi nati dalla volontà di onorare la Madre. Parlano un po’ di tutto, anche se non sono la narrativa completa della sua vita. Sono ricordati alcuni luoghi molto cari. È un tentativo di scoprire il segreto di questa donazione totale. Medita i suoi detti, facendo di alcuni di essi rime meravigliose. Ecco il « POEMA DI MADRE MICHEL»….”.

+ Arnaldo Ribeiro, vescovo ausiliare di Belo Horizonte, 25 gennaio 1983

Edito nel 1984 a cura di Attilio Goggi, sacedote della diocesi di Alessandria.

Dopo una sintetica storia di madre Teresa, l’autore sviluppa tre aspetti della sua vita:

  • L’Istinto non muore
  • L’importanza di non essere capita
  • Quando il segreto è l’amore

L’opuscolo contiene un inserto con l’annuncio dei funerali del marito, il Colonnello Giovanni Battista Michel, tratto dal settimanale cattolico “Verità e fede”.

Edito negli anni ’80 in proprio, dopo una  ricerca effettuata da Suor Consolata Zordan, superiora generale allora in carica,  per ripercorrere gli itinerari della Fondatrice all’inizio della fondazione. Il testo è stato redatto dal professor Renato Lanzavecchia di Alessandria, autore del libro “Teresa Grillo Michel, la figura, le opere”.

Presentazione

I santi “fanno dei miracoli in vita”, sono le loro opere di amore e di fraternità che parlano lungo i secoli. (Mons. Charrier). Testimone appassionata della stessa ragione d’essere della Chiesa nel mondo, Teresa Grillo fondò una Congregazione religiosa che avrà poi forte espansione nella penisola, nell’America meridionale, in India ed in Africa.
Evangelizzazione, assistenza all’infanzia, agli orfani, agli ammalati, ai vecchi: volle le sue suore -per un nuovo ruolo della donna nella Chiesa e nella società -disponibili a qualsiasi impegno di carità, testimoni e ad un tempo portatrici di speranza e di idee ispirate all’eterna parola di Dio. Anima ricca di fermenti spirituali, svolse tutto un programma a vasto raggio organizzativo ed operativo – anche andando controcorrente tra la diffusa indifferenza: asili, orfanotrofi, collegi, case di cura, case di riposo – con una attività vigorosa ed agile, per correre dove Dio chiama – dove torna e ritorna il filo portante di questo terreno andare viaggiando.

 Madre Michel
e
L’Adorazione EucaristicaEdito in proprio in Alessandria in occasione della Festa del Corpus Domini, 21 giugno 1987, con nulla osta di mons. Carlo Canestri Vicario generale e prefazione del Vescovo diocesano.
Presentazione

CULTO EUCARISTICO E CONCILIO

…. “L’animazione e l’approfondimento del culto eucaristico sono prova di quell’autentico rinnovamento che il Concilio si è posto come fine, e ne sono il punto centrale… ” (Giovanni Paolo II).  Come sempre i santi, e nel nostro caso la Venerabile Madre Teresa Michel Grillo, sono stati “profeti” nell ‘indicare l’essenziale nella via della perfezione cristiana.
Uno dei carismi di Madre Michel fu appunto l’amore e la devozione all”Eucarestia. L’indicazione della Madre fu accolta dalla Congregazione e realizzata venticinque anni or sono con l’inizio dell’adorazione eucaristica quotidiana aperta a tutti i fedeli nella Cappella di via Moncalvo. L’opuscoletto che presento a tutta la comunità diocesana ha lo scopo di far conoscere in sintesi il pensiero di Madre Michel sull’adorazione eucaristica e mi auguro susciti fervorosi e generosi imita tori. Celebrare oggi la felice ricorrenza dei venticinque anni dell’adorazione Eucaristica quotidiana nella nostra città significa rendere grazie al Signore per questo grande dono, rinnovare l’impegno di attendere con soste più prolungate in adorazione da parte di sacerdoti, religiose, laici, associazioni, gruppi ecclesiali, perchè ognuno “con inni e cantici, con tutto il suo fervore lodi il suo Salvatore” (Seq. Messa “Corpus Domini”). Da quest ‘angolo di pace, nel centro della vita dinamica e convulsa della nostra città, attendo, attraverso la preghiera adorante di molti, grazie e benedizioni, pace e rinnovamento di vita cristiana per tutta la chiesa alessandrina. Questo il mio augurio e la mia attesa in comunione con quanti nel tempo si ritroveranno in preghiera nella cappellina.

  + Ferdinando  Maggioni, Vescovo
Alessandria, 7 giugno 1987  
Solennità di Pentecoste

 

alessandrina fondatrice santa

Supplemento de “La Voce Alessandrina” n. 20 del 21 maggio 1999, curato da mons. Luigi Riccardi. L’opuscolo riporta l’intervento del card. Giovanni Canestri per preparare la comunità diocesana al grande evento  della beatificazione di madre Teresa Michel.

Presentazione

Le radici e l’albero

Dicembre 1997: una notizia da Roma. Madre Teresa Michel Grillo è in lista d’attesa per la Beatificazione. Un dono natalizio da tempo atteso. Occorreva preparare la comunità diocesana all’evento straordinario in calendario a Torino per il 24 maggio 1998. Proposte ed iniziative si incrociavano e si moltiplicavano. Una in particolare: lanciare alla città un messaggio forte con un ritorno alle sorgenti, ripercorrere le strade della Madre dei poveri.
Mons. Giuseppe Anfossi, Vescovo di Aosta e Presidente della Commissione Episcopale per la famiglia, ha illustrato il31 marzo 1998 preso il teatro “Alessandrino” uno spaccato singolare nella vita di Madre Teresa: i suoi giorni di sposa felice con il Col. Giovanni Michel.
Il Card. Giovanni Canestri, radici profonde di questa terra, ha riletto a voce alta l'”alessandrinità” della Santità di Madre Teresa Michel Grillo.
Questo opuscolo riporta l’intervento del Cardo Canestri nella serata del 23 aprile 98 ancora al teatro “Alessandrino” alla presenza di Mons. Fernando Charrier, vecsovo di Alessandria, delle Autorità locali e della Madre Generale della Congregazione Sr. Stella Cisterna. Un grazie al Cardo Canestri. Un augurio a tutti coloro che si ritroveranno nello scorrere di queste pagine a far fiorire nell’intimo del proprio Spirito, gli impegni ed i doni luminosi di Madre Teresa.

Le Suore della Piccola Opera

della Divina Provvidenza

rfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-slide