La celebrazione delle Messe con i fedeli

Visualizza immagine di origine

Bassetti: ora è il momento di tornare nella grande famiglia di Dio

Una data importante quella di lunedì 18 maggio per la Chiesa in Italia perché segna il ritorno delle celebrazioni “a porte aperte”. La prima Messa con il popolo presieduta dal cardinale Bassetti sarà in onore di Giovanni Paolo II nel centenario della nascita. In vista della ripresa, in ogni diocesi sono state diffuse le norme da rispettare per garantire a tutti tranquillità e sicurezza

Le norme contenute nel Protocollo del 7 maggio

Fra le regole per la celebrazione delle Messe con i fedeli, stabilite dal Protocollo firmato a Palazzo Chigi il 7 maggio scorso, frutto di un’intesa tra la Cei e il governo italiano, c’è il rispetto delle distanze di sicurezza che comporta la necessità di avere un numero limitato di persone nelle chiese. È raccomandata la presenza di volontari nelle parrocchie per l’accoglienza dei fedeli all’ingresso delle chiese e per il rispetto delle norme di sicurezza. Tratta poi l’uso delle mascherine e dei guanti, l’igienizzazione dei luoghi e degli oggetti, le attenzioni da osservare nella distribuzione dell’Eucaristia, la comunicazione da predisporre per i fedeli.

I “vademecum” dei vescovi per le proprie diocesi

È questo Protocollo, che entra in vigore appunto il 18 maggio, il testo di riferimento per tutta la Chiesa italiana, ma ad ogni vescovo è stata riconosciuta la facoltà di redigere un “vademecum”, un piccolo prontuario cioè di comportamento, dove calare le norme generali nella propria realtà locale. L’obiettivo è garantire lo svolgimento delle celebrazioni, ritornare a sentirsi comunità, senza venir meno al diritto alla sicurezza di ciascuno. Presentando il Protocollo, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, aveva approfittato per rivolgere un ringraziamento alla Conferenza episcopale italiana “per il sostegno morale e materiale che sta dando all’intera collettività nazionale in questo momento difficile per il Paese”.

rfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-slide