Prima che sia troppo tardi

Non confondere i conti morali con quelli finanziari

 “In primo luogo riconoscere il ‘libro mastro’ della vita stessa e della dignità umana”
Così si rivolge Papa Francesco ai partecipanti all’incontro Climate Change and New Evidence from Science, Engineering, and Policy, organizzato dalla Pontificia Accademia delle Scienze: “Nel nostro tempo sembra che i profitti e le perdite siano maggiormente considerati di quanto non lo siano le vite e le morti, e nel quale al patrimonio netto di un’azienda viene data la precedenza sul valore infinito dell’umanità”.

“Voi oggi siete qui per riflettere su come rimediare a questa profonda crisi causata da una confusione dei nostri conti morali con i nostri conti finanziari. Voi siete qui per aiutare a fermare una crisi che sta conducendo il mondo verso il disastro”.

Raggiungere i traguardi prefissati

Facendo riferimento a due importanti Accordi mondiali: quello degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite e quello sul Clima nella COP21 di Parigi, il Papa ha ricordato l’importanza e le implicazioni che derivano dal raggiungimento degli obiettivi prefissati:

“È vostra responsabilità, come leader finanziari delle vostre Nazioni, perseguire e stimolare ad azioni volte a raggiungere gli obiettivi che i vostri Governi hanno adottato quattro anni fa per il bene dell’umanità di oggi e del futuro. Questa è un’impresa fondamentale. Dobbiamo raggiungere ciò che abbiamo concordato, perché la sopravvivenza e il benessere dipendono da questo”.

  • 28 maggio 2019
  • | Categories: Notizie
rfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-slide